MUSEO DEL COSTUME RAFFAELLO PIRAINO

1800

Marsina francese in velluto di seta color prune tagliato ad un corpo a formare un motivo a scacchiera. Il ricamo (eseguito a punto erba e punti lanciati in filo di seta grigio perla) è sulle mostre, sul dosso e sui paramani. Una fettuccia di raso argentato rivestito di tulle si stende con andamento sinuoso. Nel sontuoso ricamo le paillettes metalliche argentate e dorate formano motivi decorativi vegetali e floreali con abbondanti incastonature di pietre semi-preziose: quarzo, ametista e acqua marina. Sei bottoni (14 in tutto realizzati con supporto rigido, carta stagnola dorata e applicazione di pietre azzurre formanti motivo a margherita) sono posti sulle  mostre e solo due asole corrispondono all’altezza del petto, tre per parte sono sulle manopole (due mancanti) e due sul dosso, in vita, all’altezza dello spacco. Le patte delle tasche, curiosamente prive di bottoni ornamentali, sono guarnite interamente da ricami analoghi a quelli già descritti. L’alto collo a listino verticale è  anch’esso ricamato, la fodera in rasatello di seta ecrù.

Questo esemplare ritrovato a Catania, appartenne alla classe nobiliare francese e può essere attribuito al genere di abiti definibili da parata o da rappresentanza, in uso presso i nobili ricevuti a corte. Ascrivibile al periodo impero, questa marsina risente del gusto inerente al periodo della Restaurazione, durante il quale si recuperò per le occasioni cerimoniali l’habit à la française, che nella versione d’abito di gala (come in questo esemplare), prevedeva sontuosi ricami (Part.n.1 e n.2). L’oggetto sopra descritto trova analogie in un esemplare presentato nel primo catalogo della Galleria del Costume di Firenze.

(Cfr. La Galleria del Costume N°1, pp.50-51).                                                                                                                  

1800

Tails, in silk velvet French, prune-colored, cut to a body to form a checkerboard pattern. Embroidery (made in stem stitch in gray pearl silk), on the collar and on cuffs. A strip of silvery satin, lined with tulle, follows sinuous stretches. In the sumptuous embroidery the silver and golden metallic sequins form plant and floral motifs with large bezels of semi-precious stones: quartz, amethyst and seawater. Six buttons (14 in all made with rigid support, golden foil and application of blue stones forming daisy motif) are placed on the front and only two buttonhole are at chest height. Three buttonhole on each side, are on wristband (two missing) and two on the back, on waist, height of the slit. The pocket flaps, curiously devoid of ornamental buttons, are trimmed entirely by embroidery similar to those already described. The high vertical neck is also embroidered in the lining of ecru silk sateen.

This specimen, found in Catania, belonged to the French nobility, and can be attributed to the kind of clothes used for parade or representation, used by the nobles received at court. Attributable to the Empire period, this dress coat reflects the taste inherent in the Restoration period, during which he recovered for ceremonial occasions the habit à la française, which in the gala dress version (as in this example), provided sumptuous embroidery (Part.n.1 and # 2).

The object described is similar to a exemplary presented in the first catalog of the Costume Gallery of Florence.

(The Costume Gallery N ° 1, pp.50-51).

abito 5
abito-5_particolare_1459272315448
<
Create a website